Foto, SBK

Phillip Island SBK: Doppio podio per Chaz!

22 Feb , 2015   Gallery

Che spettacolo la Superbike! Nell’apertura in Australia Aprilia e Kawasaki pareggiano il conto con arrivi al fotofinish tra Leon Haslam e Jonathan Rea, i due piloti più spettacolari entrambi al debutto con le nuove squadre. L’Aprilia ha festeggiato il 50° successo Mondiale ma comincia bene anche l’avventura Ducati che in assenza di Davide Giugliano infortunato nei test di lunedì ha piazzato due volte al terzo posto il gallese Chaz Davies. Sulla Rossa ha regalato emozioni il mito Troy Bayliss, 45 anni, tre Mondiali e 52 vittorie, al rientro dopo sette di stop. Senza aver mai provato la Panigale, né le gomme di adesso, l’australiano è arrivato ad appena tre decimi dal ritmo dei migliori e in gara-2 è rimasto a ridosso del gruppo di testa per alcuni, emozionantissimi, passaggi finché la gomma non si è distrutta. Chissà se la Ducati gli offrirà una nuova opportunità tra un mese in Tailandia come invocano gli appassionati di tutto il mondo

FOTOFINISH — Battaglia a colpi di sorpassi nelle due gare fotocopia. Nel primo finale Rea ha sorpreso Haslam nel tratto veloce, poi ha chiuso la porta nelle ultime tre curve firmando il 16° successo in carriera, il primo a Phillip Island dove nelle precedenti sei occasioni non era mai andato oltre il 4°. A metà gara il mastino Haslam aveva rischiato di uscire di pista nel curvone più veloce ma dopo 400 metri sull’erba a oltre 200 km/h era tornato in pista continuando a spingere come niente fosse successo. Nella rivincita Rea ha replicato nel medesimo punto della pista ma approfittando dello spunto Aprilia Haslam è riuscito a passare sul traguardo con dieci millesimi di margine. Il 32enne britannico figlio d’arte (papà Ron è stato ufficiale Honda in 500 negli anni ’80) è un volpone: sullo stesso rettilineo cinque anni fa aveva piegato la Ducati di Michel Fabrizio per 4 millesimi. Haslam non vinceva dal Sud Africa 2010, l’anno del secondo posto nel Mondiale con la Suzuki dietro Max Biaggi. Per Aprilia è il 5° successo su questo tracciato negli ultimi 5 GP: prima di Leon avevano primeggiato Eugene Laverty, Sylvain Guintoli (iridato in carica proprio con la RSV4 RF di Noale) e lo stesso Biaggi. Quando è andata male Aprilia è arrivata seconda. spettacolo.
ARIA NUOVA — Alle spalle dei soliti noti la Superbike scopre nuova linfa. Impressionante il 22enne Michael van der Mark, iridato Supersport (medie cilindrate) quinto in avvio e poi al comando per cinque giri fino alla rovinosa caduta senza danni che ha mandato in fumo il sogno del successo al debutto. Stesso bilancio per scommessa Aprilia Jordi Torres, spagnolo di 27 anni dalla Moto2, convincente nella prima uscita (4°) poi finito giù, illeso. Buon bottino (6° e 8°) per Nico Terol, 26 anni, ultimo campione Mondiale nella 125GP 2011 all’esordio sulla Ducati satellite. Tutto emozionate, peccato che bisognerà aspettare un mese esatto per il prossimo show sul bellissimo tracciato di Buriram per la prima volte della moto in Tailandia.
Arrivo del GP Australia, primo round del Mondiale Superbike a Phillip Island (m. 4445) Gara-1 (22 giri, km 97,790): 1. Rea Jonathan (GB-Kawasaki) in 33’58”385 media 172,707 km/h; 2. Haslam (GB-Aprilia) a 0”039; 3. Davies (GB-Ducati) a 0”496; 4. Torres (Spa-Aprilia) a 2”259; 5. Van der Mark (Ola-Honda) a 9”838; 6. Sykes (GB-Kawasaki) a 13”761; 7. Guintoli (Fra-Honda) a 14”021; 8. Terol (Spa-Ducati) a 15”954; 9. Lowes A. (GB-Suzuki) a 21”106; 10. Camier (GB-MV Agusta) a 24”771; 11. Baiocco (Ita-Ducati) a 28”920; 12. Mercado (Arg-Ducati) a 35”929; 13. Bayliss (Aus-Ducati) a 40”315; 14. Metcher (Aus-Kawasaki) a 45”090; 15. Barrier (Fra-Bmw) a 46”444; 16. Ramos (Spa-Kawasaki) a 53”331; 17. De Puniet (Fra-Suzuki) a 58”811; 18. Pegram (Usa-EBR) a 1’06”071; 19. Barragan (Spa-Kawasaki); 20. Toth (Ung-Bmw).
Gara-2 (22 giri): Haslam in 33’58”711 media 172,680 km/h; 2. Rea Jonathan a 0”010; 3. Davies a 0”298; 4. Sykes a 5”242; 5. Guintoli a 14”649; 6. Terol a 16”025; 7. De Puniet a 22”300; 8. Camier a 23”606; 9. Baiocco a 23”818; 10. Ramos a 35”775; 11. Mercado a 39”929; 12. Barrier a 46”267; 13. Barragan a 57”893; 14. Pegram; 15. Ponsson (Fra-Kawasaki); 16. Bayliss; 17. Toth.
Classifica mondiale piloti dopo 1 round su 13: Superbike: 1. Haslam e Rea J. punti 45; 3. Davies 32; 4. Sykes 23; 5. Guintoli 20; 6. Terol 18; 7. Camier 14; 8. Torres 13; 9. Baiocco 12; 10. van der Mark 11; 11. De Puniet e Mercado 9; 13. Lowes 7; 14. Ramos 6; 15. Barrier 5; 16. Barragan e Bayliss 3; 18. Pegram e Metcher 2; 20. Ponsson 1.
Classifica Costruttori: 1. Aprilia e Kawasaki punti 45; 3. Ducati 32; 4. Honda 22; 5. Suzuki 16; 6. MV Agusta 14; 7. Bmw 5; 8. EBR 2.
Prossimo round: 22 marzo Buriram (Tailandia)

, ,


I commenti sono chiusi.